• Viola

     

    VIOLA 

    violaE’ uno strumento appartenente alla famiglia degli archi, nella quale ricopre il ruolo della voce del Contralto.

    E’ il più antico strumento ad arco, è simile al violino nelle forme e nella costruzione ma di maggiori dimensioni con le corde (la, re, sol, do) accordate una quinta sotto rispetto al violino e un’ottava sopra rispetto al violoncello.

    Il timbro del suono della viola è intenso, caldo e passionale, e si contraddistingue per la sua dolcezza e morbidezza sia nel registro grave che in quello acuto, prestandosi molto bene ad eseguire le voci interne dell’armonia.

    Molti compositori ne hanno da  sempre apprezzato il timbro particolare; noto è il piacere che traeva J. S. Bach nel suonare la viola in  orchestra nelle sue composizioni.

    W.A Mozart, nell’eseguire la sua Sinfonia Concertante per violino e viola K. 364, amava suonare la parte della viola.

    Berlioz scrisse nel suo trattato di strumentazione: “La Viola di tutti gli strumenti d’orchestra è quello di cui le eccellenti qualità furono più lungamente misconosciute. E’ agile quanto il violino e il suono delle corde gravi ha un mordente particolare, le sue note acute brillano per il loro accento tristemente appassionato, e il suo timbro in generale melanconico differisce dagli altri strumenti ad arco”.

    Nell’orchestra e nel quartetto la viola dapprima ha modesti compiti. Con Haydn, Mozart e Beethoven viene ad acquistare nella trama contrappuntistica viola2una fisionomia ben definita e una personalità pari a quella degli altri strumenti (Beethoven: String Quartet N.15 op 132Mozart: Haydn Quartet N.19 K. 465).

    Mozart la mette in bella luce nella Sinfonia Concertante. Sulla fine del ‘700 Stamitz, Rolla e Pleyel scrissero concerti per questo strumento.

    Solo l’avvento di strumentisti quali Lionel Tertis, William Primrose e Paul Hindemith (egli stesso compositore di grande fama) ha fatto si che l’attenzione dei compositori del ‘900 portasse ad una grande produzione solistica per questo strumento; esempi ne furono:

     

    Anche Ennio Morricone ha impegnato la viola in  qualità di solista in alcune sue colonne sonore: Marco Polo, Romeo e Giulietta, Mosè, I Promessi Sposi.

    La viola è stata spesso utilizzata nel Rock (John Cale, componente dei The Velvet Underground, è uno dei musicisti più conosciuti tra quelli che hanno usato viole elettriche, sia nel suo lavoro da solista che nei dischi dei The Velvet in “Venus in Furs” e “Heroin”) e nel Jazz (Music Train Quintet).

    docente di Viola al Liceo Musicale Attilio Bertolucci: Michele Pinto

     

    VIOLA PROGRAMMI/CONTENUTI – DISCIPLINA ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONEin fase di definizione
     REPERTORIO
    primo strumento
     I BIENNIO
    •  Scale e arpeggi a due e tre ottave abbinate ai principali colpi d’arco : detachè, legato, balzato, martellato ( Schininà )
    • Scale a doppie corde terze, seste, ottave ( Polo )
    • Studi fino alla quinta posizione ( Sevicik, Curci, Sitt,Kayser, Hofmann, Wohlfarth, Mazas, Dont op. 37, Kreutzer )
    • Esecuzione di sonate antiche o concerti a scelta
    • Attività di musica d’insieme
    • Lettura a prima vista
     II BIENNIO
    • Scale e arpeggi a tre ottave abbinate ai principali colpi d’arco
    • Scale a doppie corde terze ,seste e ottave: Schininà,    Polo,Flesh
    • Studi dalla prima alla settima posizione( Dont op 37, Mazas, Kreutzer)
    • Esecuzione di sonate e concerti a scelta( Marcello, Vivaldi, Boccherini, Telemann, Stamitz, Hoffmeister)
    • Attività di musica d’insieme
    • Lettura a prima vista
     QUINTO ANNO
    • Scale e arpeggi a tre ottave abbinate ai principali colpi d’arco
    • Scale a doppie corde terze ,seste e ottave: Schininà,    Polo,Flesh
    • Studi: Kreutzer,Campagnoli,Rode.
    • Studio di una suite di Bach dalle sei suites trascritte dal violoncello (Ed. Giuranna)
    • Esecuzione di una sonata per Viola e Pianoforte a scelta ( antica o romantica)
    • Esecuzione di un concerto a scelta tra:
      • J.C. Bach concerto in do m
      • Stamitz concerto in re M
      • Hoffmeister concerto in re M
      • G.F. Handel concerto in si m
      • Mortari concerto derll’osservanza
    • Attività di musica d’insieme
    • Lettura a prima vista e trasporto di un tono sopra e sotto  tratti dal repertorio lirico sinfonico.
    secondo strumento
     I BIENNIO
    • Scale e arpeggi a due ottave abbinate ai principali colpi d’arco : detachè, legato, balzato, martellato ( Schininà )
    • Studi in I,II,e III posizione ( Sevicik, Curci, Sitt,Kayser, Hofmann,  )
    • Esecuzione di facili brani a scelta
    • Attività di musica d’insieme
    • Lettura a prima vista
     II BIENNIO
    •  Scale e arpeggi a due e tre ottave abbinate ai principali colpi d’arco (Schininà)
    • Studi dalla prima alla quinta posizione( Dont op 37, Mazas, Kreutzer)
    • Esecuzione di sonate antiche a scelta( Marcello, Vivaldi, Boccherini, )
    • Attività di musica d’insieme
    • Lettura a prima vista