• Flauto traverso

     

    FLAUTO TRAVERSO

    “Il flauto va in cerca del suonatore che va in cerca del flauto”

    (R. Tagore)

    Il suo nome (anticamente: traversiere) deriva da traverso proprio perché si suona di traverso. Il flauto è tra i più acuti degli strumenti a fiato, appartiene alla categoria dei legni.

    Il suono si produce indirizzando un soffio nastriforme verso il foro della boccola situata sul lato del tubo ed inizia così la vibrazione sonora della  colonna d’aria all’interno del tubo stesso. L’emissione di note di diversa altezza avviene chiudendo i fori tramite le “chiavi” (i tasti) e controllando in questo modo l’altezza della colonna d’aria che viene messa in vibrazione.  Non è necessaria molta pressione e come tutti gli strumenti a fiato è importante acquisire  una buona respirazione e gestione dell’aria .

    Il flauto traverso misura circa 65 cm di lunghezza e possiede un’estensione che va dal Do centrale (Do4) fino al Do7 e comprende quindi 3 ottave circa.

    Il timbro del flauto è caldo e suadente nelle note  più gravi , avvolgente nell’ ottava centrale e assolutamente brillante e cristallino nella tessitura acuta. Particolarmente votato alla duttilità della variazione della sonorità , è sempre fedele nell’esprimere lo stato d’animo del flautista nel cantare con il proprio strumento.

    Il flauto più antico sembra essere il frammento di femore d’orso ritrovato in Slovenia recentemente: risalirebbe addirittura a 50.000 anni fa. Ci sono testimonianze dell’esistenza del flauto traverso in India e in Cina (IX sec a.C.) e nella civiltà etrusca (II e I sec a.C.). Dal semplice cilindro di legno o bambù nel Medioevo il flauto ha subito una serie di miglioramenti sia di costruzione che di meccanica, inserendo in diverse tappe  un sistema di chiavi  sempre più complesso e migliorativo  delle possibilità tecniche  dello strumento, che raggiungerà nel Novecento anche una rilevante potenza sonora grazie alla costruzione in diverse leghe metalliche anche con alpacca, nichel, argento e oro.

    Sempre presente nelle compagini di musicisti ospitati nelle corti (Federico II fu un eccellente flautista), essendo stato uno degli strumenti di più facile fabbricazione, il flauto è stato pure  uno dei più antichi e diffusi nella musica popolare ; il flauto evocava ambienti pastorali e bucolici, molto frequentati in musica e nelle arti in genere dal XVI al XIX secolo.

    Protagonista di emozionanti e suggestivi passi orchestrali (Bach, Mozart, Brahms, Ravel, Debussy, Strauss, Prokofiev, Rossini, Bellini, Verdi, ecc), il flauto è stato valorizzato e concepito anche come strumento solista e dal Novecento particolarmente diffuso grazie ad una innovativa letteratura ad esso dedicata e diffusa da interpreti straordinari come J. P. Rampal, S. Gazzelloni, A. Nicolet, J. Galway, W. Schulz, P. I.  Artaud e tantissimi altri .

     

    docenti di Flauto Traverso al Liceo Musicale Attilo Bertolucci: Morena Mestieri – Dario Caradente

     

     CONTRABBASSO PROGRAMMI/CONTENUTI – DISCIPLINA ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE
     REPERTORIO
    primo strumento
     I BIENNIO Studi:

    • Marcel Moyse ”Le Débutante flautiste” ed. Leduc
    • Marcel Moyse 24 Petites etudes melodiques
    • M. Moyse “De la sonorité” ed. Leduc
    • R. De Reede 100 piccoli studi ed. Riverberi Sonori
    • G. Gariboldi 58 esercizi per flauto ed Berben
    • G. Gariboldi 30 studi facili e progressivi e 20 studi Op.132 ed. Leduc o Berben
    • Luigi Hugues Op.51, I grado e II grado ed. Ricordi
    • Raffaele Galli, Op. 30 ed. Ricordi
    • K. J. Andersen 18 Piccoli studi Op. 41 ed. Berben
    • E. Kholer Op.33 Volume I ed. Zimmermann
    • Ernesto Koehler Op.93 vol I e II ed. Zimmerman

    Scale maggiori e minori di due ottave , fino a tre diesis e tre bemolli
    Sonate e Concerti
    Duetti di F. Devienne Op. 82, W. A. Mozart, G.B. Martini,H. Soussmann, J. J. Quantz, Telemann
    Antologia di studi e duetti proposti dalle “Lektionen” Op. 93 di E. Koehler
    Alcuni tempi o alcune sonate dal repertorio barocco (“Il Pastor fido “ di A. Vivaldi, Sonate per flauto e basso continuo di G. F. Handel , B. Marcello, J. S. Bach Sonata in Sol min, Vinci, Boismortier, Martini), classico (W. A Mozart, F. J. Haydn, A.G. Heyse), del Novecento (Ibert , Bozza, Demillac, Rota, Tailleferr) ed eventuali compositori contemporanei

     II BIENNIO Studi:
    – Taffanel e Gaubert ”Grands Exercices Journaliers de Mécanisme” ed Leduc
    – M. Moyse “De la sonorité” ed. Leduc
    – Wye – Practice books vol 5Respirazione e scale: Wye –  Practice books vol 3
    Articolazione: R. Galli – 30 Studi ed. Ricordi
    L. Hugues: Duetti op. 51 II ed. Ricordi
    L. Hugues: Studi op.101 ed. Ricordi
    E. Kholer Op.33 Volume II ed Zimmermann
    J. Andersen: 24 Progressive Etuden op. 33 ed. IMC 2037
    Ernesto Koehler Op.93 vol I e II ed. Zimmerman
    M. Moyse: 100 Etudes d’apres Cramer ed. Leduc
    Scale maggiori e minori di due ottave , in tutte le tonalità e relativi arpeggi
    Sonate e Concerti
    Duetti di F. Devienne Op. 82, Telemann W. A. Mozart, G.B. Martini, G.Geminiani, H. Soussmann, J. J. Quantz
    Antologia di studi e duetti proposti dalle “Lektionen” Op. 93 di E. Koehler
    Alcuni tempi o alcune sonate dal repertorio barocco (“Il Pastor fido “ di A. Vivaldi, Sonate per flauto e basso continuo di G. F. Handel e B. Marcello, J. S. Bach – Sonata in Sol min, Do maggiore, Mi bemolle maggiore, C.P. E. Bach – Sonate, Corelli – trisonate, Boismortier – sonate), classico (W. A Mozart, F. J. Haydn, L.V Beethoven, A.G. Heyse), romantico (Carulli, Donizetti, Giuliani, Rossini, Weber), del Novecento (Ibert , Bozza, Demillac, Enesco, Gaubert, Hue, Rota, Tailleferre) ed eventuali compositori contemporanei
    Prove di letture a prima vista
     QUINTO ANNO  Studi:

    • – Taffanel e Gaubert “Grands Exercices Journaliers de Mécanisme” ed. Leduc
    • – M. Moyse “De la sonorité” ed. Leduc
    • – L. Hugues: Studi op.101 ed. Ricordi
    • – J. Andersen: 24 Progressive Etuden op. 33 ed. IMC 2037
    • – J. Andersen: 24 Studi op. 30 (Berben)
    • – G. Briccialdi: 18 Studi op. 31 (ed. Ricordi 2194)
    • – A. B. Furstenau: 26 Etudes op. 107
    • – E. Kholer Op.33 Volume II e III ed.Zimmermann

    Scale maggiori e minori di due ottave , in tutte le tonalità e relativi arpeggi

    Sonate e Concerti per flauto solo, a scelta tra: Arnold, J S. Bach, C. Ph .E. Bach , T. Boehm, E. Bozza, C.Debussy, A. Honneger, F. Kulhau, F.Margola, ,S.Mercadante , C.Stamitz, G.F. Telemann ,E.Varese

    Sonate e concerti er due flauti  a scelta tra: Cambini, W.F. Bach , Devienne, Fukushima, Kuhlau, Kohler, Locatelli, Mozart, Petrassi, Quantz, Telemann

    Sonate e concerti per flauto e pianoforte/chitarra/arpa/orchestra/altri strumenti, a scelta tra: Arnold, J.S.Bach , Blavet , Boccherini , Bohem, Busoni , Cambini, Caplet, Casella, Carulli, Chaminade, Cimarosa, Corell , Copland, Danzi , Debussy, Demillac, Devienn , Donizetti, Doppler, Fauré, Gaubert ,Giuliani,Godard , Gieseking, Haydn, Hindemith, Khulau,Ibert, Jolivet, Marcello, Margola, Martini, Martinu, Mercadante, Moquet, Mozart, Pergolesi, Poulenc,Quantz, Ravel, Reicha, Reinecke,Rossini,Roussel, Sancan, Schubert, Stamitz, Tartini, Telemann,Tulou, Weber, Vivaldi (concerti)

    Prove di lettura a prima vista

    secondo strumento
     I BIENNIO  Studi:

    • – G. Gariboldi 58 esercizi per flauto ed Berben
    • – G. Gariboldi 30 studi facili e progressivi e 20 studi Op.132 ed.Leduc o Berben
    • – M. Moyse “Le debutant flutiste” ed. Leduc
    • – Luigi Hugues Op.51, I grado ed. Ricordi
    • – Ernesto Koehler Op.93 vol I e II ed Zimmerman

    Scale maggiori e minori di due ottave , fino a tre diesis e tre bemolli
    Sonate e Concerti
    Duetti di F. Devienne Op. 82, W. A. Mozart, G.B. Martini, J. J. Quantz, Telemann Antologia di studi e duetti proposti dalle “Lektionen” Op. 93 di E. Koehler
    Alcuni tempi o alcune sonate dal repertorio barocco (“Il Pastor fido “ di A. Vivaldi, Sonate per flauto e basso continuo di G. F. Handel, B. Marcello, Boismortier, Martini), del Novecento (Ibert , Bozza, Demillac, Rota) ed eventuali compositori contemporanei

     II BIENNIO  Studi:
    – M. Moyse “De la sonorité” ed. Leduc
    – Wye –  Practice books vol 5
    Respirazione e scale: Wye – Practice books vol. 3
    Articolazione: L. Hugues: op. 51 II ed. Ricordi
    R. Galli: 30 Studi ed. Ricordi
    E. Kholer Op.33 Volume I ed Zimmermann
    Ernesto Koehler Op.93 vol I e II ed Zimmerman
    Scale maggiori e minori di due ottave , fino a cinque diesis e cinque bemolli con relativi arpeggi
    Sonate e Concerti
    Duetti di F. Devienne Op. 82, Telemann W. A. Mozart, G.B. Martini, G.Geminiani, H. Soussmann, J. J. Quantz
    Antologia di studi e duetti proposti dalle “Lektionen” Op. 93 di E. Koehler
    Alcuni tempi o alcune sonate dal repertorio barocco (“Il Pastor fido “ di A. Vivaldi, Sonate per flauto e basso continuo di G. F. Handel e B. Marcello, J. S. Bach Corelli – trisonate, Boismortier- sonate), classico (W. A Mozart, F. J. Haydn, L.V Beethoven, A.G. Heyse), romantico (Carulli, Donizetti,Giuliani, Weber), del Novecento (Ibert, Bozza, Demillac, Gaubert, Rota) ed eventuali compositori contemporanei